Il logo della Rete Documentaria Aretina

Linee guide della Progettazione

Lo studio preliminare tematico e grafico per l’individuazione di una icona e degli altri elementi compositivi del marchio si è imperniato sull’identificazione di un segno in grado di sintetizzare il maggior numero possibile di significati inerenti al soggetto. Queste le linee guida seguite per dare esito alla ricerca:

  • La funzione che esercita il logotipo è efficace quanto più riesce a fornire informazioni visive e concettuali d’immediata comprensione circa l’identità di ciò che s’intende raffigurare in emblema.
  • L’insieme degli elementi del marchio debbono rispondere all’estrema sintesi compositiva senza compromettere l’identificazione istintiva, visiva e concettuale di ciascuna delle componenti.
  • Ciascuna componente dell’insieme deve risultare fluida e agevole come disposizione grafica e come lettura della parte testuale.
  • Il segno finale deve risultare graficamente coerente nel tratto e nella colorazione di ciascun elemento per presentarsi ben risolto ai fini della lettura d’insieme.
  • Il segno finale deve consentire la sua riproduzione mediante il maggior numero possibile di tecniche di riproduzione.
  • Il segno finale deve conservare la propria perfetta leggibilità nel maggior numero possibile di applicazioni e dimensionamenti.

Gli elementi del Logotipo

Il logotipo si propone di mettere in risalto l’attività del soggetto. Dall’icona che campeggia al centro del riquadro raffigurante un semplice punto di colore rosso, si snodano, sia intuitivamente a spirale crescente verso l’esterno, che a spirale rientrante verso l’interno in lettura, i caratteri alfabetici che vengono a comporre le parole dell’intera denominazione. Il concetto che s’intende esprimere visivamente mediante la composizione è il seguente: l’attività di competenza comune dei soggetti appartenenti alla rete scorre in entrambe le direzioni: viene sia partecipata in direzione del proprio centro, sia collettivamente veicolata, in forma finale aperta verso l’esterno, con la rimarcatura dell’ambito territoriale. Il lettering impiegato che ricorda i caratteri delle testine delle ultime macchine da scrivere intende rafforzare l’idea dinamica dell’azione del soggetto mediante lo scorrere della composizione del testo. I caratteri delle parole che compongono la spirale sono disposti in modo da favorire la lettura del testo in modo naturale da sinistra verso destra e l’intera dicitura è spezzata visivamente in due elementi concettuali mediante lo sviluppo delle due parti dall’alto verso il basso distinte dalla diversa colorazione.

Sono stati sintetizzati i colori in solo due tinte giudicate sufficienti a rendere sia concettualmente che visivamente gli elementi del logo, resi con stesura a tinte piatte per agevolare al massimo la possibilità d’impiego del logotipo con qualsiasi tecnica di riproduzione.

download pdfScarica il manuale applicativo del marchio

 


Ultimo aggiornamento: 20 dicembre 2010

Tags: ,